DelFino

È UNO SGUARDO AL MARE…

La nostra linfa vitale viene dall’Adriatico e dal pescato di giornata, che cuciniamo secondo tradizione ma sempre con quel pizzico di creatività che ci contraddistingue. Siamo forse gli unici a Rimini a usare ancora la grigliata a carbone, dove cuociamo i sardoncini e gli spiedini di seppiolino e di suvero sfilettato.

I classici della cucina di pesce del posto, si affiancano alle fantasie di crudi di pesce, dal gambero rosso di Mazzara al carpaccio di cefalo, branzino e ricciola. Proponiamo anche il crudo misto di pesce “povero” con sgombro e triglia e, oltre ai menù classici, alcuni piatti fuori menù a seconda del pescato di giornata.

In estate ti delizierà la pizza, anch’essa di particolare valore: alcune pizze gourmet si avvalgono ingredienti di altissima qualità come fiori di zucca freschi e acciughe del Mar Cantabrico.

 

E UNO ALL’ENTROTERRA…

Vogliamo per i nostri ospiti solo ottimi ingredienti a km 0. Per questo se lo sguardo è sempre rivolto al mare, sia per la particolare posizione del ristorante sia per i menù di pesce, è al nostro generoso entroterra che ci volgiamo per tutto il resto.

Tutte le verdure, i germogli, i fiori eduli che utilizziamo per decorare i nostri piatti vengono dai produttori locali delle nostre campagne, così come l’olio extra vergine di oliva e il sale grosso, proveniente da Cervia.

 

 

LE MIGLIORI ETICHETTE

I veri intenditori non bevono vino: degustano segreti.
(Salvador Dalí)

Offriamo ai nostri ospiti una selezione accurata delle migliori etichette italiane ed estere, consigliando i migliori accostamenti per ogni piatto. Attualmente, grazie ad Alessandro, chef del ristorante e sommelier AIS possiamo offrire 70 etichette, dalle bollicine del Franciacorta ai vini bianchi fermi, più o meno delicati a seconda della regione di produzione, fino ai rosati che negli ultimi anni danno grandi soddisfazioni.

Tutti i nostri vini possono essere degustati anche al calice: per noi è un vero piacere far conoscere ai nostri ospiti i vini migliori, consapevoli che il valore del vino non sta nel suo prezzo ma nella gioia della sua condivisione.